La seconda giornata del LongLake Festival è iniziata con i festeggiamenti per il 150esimo giubileo di Visarte, che ha colto l’occasione per presentare il progetto “Verso nuove frontiere” presso il Belvedere, prima di accogliere i suoi ospiti al LAC per l’inaugurazione ufficiale ed il dibattito “Arte nello spazio pubblico”.

Nel pomeriggio Visarte è stata protagonista anche con “Coffee Ceremony”, che ha celebrato il rituale della preparazione e presentazione del caffè nella stupenda cornice del LAC. L’attività sarà riproposta venerdì 1 luglio alle 11:00 presso la Darsena del Parco Ciani.

DSC_2491

Il Family ha invece accolto al Palazzo dei Congressi il primo laboratorio dell’edizione 2016, con l’appuntamento con “L’apprendista scienziata” che ha visto la scienziata Lunaria far divertire i tanti piccoli partecipanti con degli esperimenti incredibili!

I bimbi presenti hanno avuto l’opportunità di partecipare attivamente all’attività, aiutando la “sbadata” scienziata nel suo lavoro. Tanti sorrisi e tanti sguardi stupiti, per un’attività ludica ma anche molto istruttiva.

DSC_2566

Wor(l)ds dava invece appuntamento al suo pubblico al Park & Read per “Transiberiana”, dedicato al viaggio di una giornalista del Giornale del Popolo e al suo diario di bordo sulla mitica linea ferroviaria. L’attrice Margherita Coldesina ha restituito il testo al pubblico grazie alla sua lettura, dopo un’interessante introduzione da parte dell’autrice.

Lo spettacolo serale dal Family ha invece dato appuntamento ai più piccoli alle 20:30, quando è andato in scena “A ritrovar le storie”, del Teatro dell’Orsa. La storia narrata si è svolta nel paese immaginario di Tarot, dove gli uomini hanno perso le parole… Ci ha però pensato un saltimbanco a sconvolgere le loro vite!

DSC_2632

Il grande finale della giornata festivaliera lo ha poi regalato Rock’n’More, con il grande concerto di Jacco Gardner al Boschetto Ciani. L’olandese è un artista unico nella scena psych europea, ed ha portato il suo talento sulle rive del Ceresio.

La musica di Gardner si svolge in atmosfere parallele, tra visioni bucoliche e giocosi arrangiamenti barocchi, tra il psychpop e le atmosfere fiabesche. Ha catturato l’attenzione di fans e critica con il suo album di debutto “Cabinet Of Curiosities”, e si è poi confermato con “Hypnophobia”, uscito nel 2014.

DSC_2825

Il Festival continua! Di seguito il programma del LongLake Festival per la giornata di sabato. Seguici anche sui nostri profili FacebookTwitter e Instagram!

06_25