È iniziato come meglio non avrebbe potuto il LongLake Festival che, grazie ad una stupenda giornata di sole e ai primi eventi in programma, ha dato il via al mese che sarà caratterizzato da tantissimi appuntamenti sul lungolago di Lugano e varie zone della città.

Ad aprire ufficialmente la manifestazione targata 2015 è stato il professor Mauro Baranzini che, nella stupenda cornice della Darsena del Parco Ciani, ha intrattenuto i presenti con la lezione intitolata “Economia e solidarietà tra le generazioni”, nell’ambito del Wor(l)ds Festival.

DSC_5087

In programma c’era poi il primo spettacolo del Family Festival, che ha avuto anche l’onore di inaugurare l’Ex Macello quale location del villaggio interamente dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie.

“La storia cominciò” ha lasciato il piccolo pubblico a bocca aperta, grazie alle fiabe narrate da Giuseppe Adduci e accompagnate in musica dai Sulutumana. Lo spettacolo è nato da un progetto basato su 10 canzoni originali, che rispecchiano la struttura narrativa di altrettante fiabe della tradizione popolare, raccontate affiancando le canzoni con il pretesto narrativo del racconto di Buzzati “La giacca stregata”.

DSC_5126

La prima giornata di LongLake si è poi chiusa in maniera strepitosa grazie al concerto di Piazza Manzoni del cantautore svedese José González, ospite d’onore del Festival e per la prima volta live a Lugano.

Noto per aver curato la colonna sonora del film “La vita segreta di Walter Milly”, la musica di González non ha deluso il folto pubblico, accorso in piazza per ascoltare le sonorità uniche del musicista.

DSC_5267