Dopo la serata scatenata in Piazza Riforma con la prima edizione di City Beats e la presenza sul palco del grande Bob Sinclar, il LongLake Festival è continuato nella giornata di venerdì con un concerto di tutt’altro genere al Parco Ciani, che non ha però mancato di scatenare l’entusiasmo del pubblico, accorso numeroso per i The Adicts!

Il gruppo rappresenta una delle band più longeve ed originali della storia del punk rock, dopo essere nati nel 1975 ad Ipswich ed aver prodotto più di 9 album, oltre a diverse raccolte e dischi registrati dal vivo. Nel corso degli anni i loro successi sono diventati dei veri e propri monumenti storici, come ad esempio gli indimenticabili “Viva La Revolution”, “Bad Boy” e “Joker In The Pack”.

DSC_1252

Prima di loro, ad aprire il concerto ci hanno pensato i milanesi “Radio Vudù”, band composta da quattro veterani della scena punk milanese e che nel 2013 avevano pubblicato il loro ultimo album proprio in collaborazione con al Nextpunk Records di Lugano.

Gli amanti della musica classica hanno invece avuto l’opportunità di assistere all’esibizione di Roman Kim e Sergiu Filioglo al Teatro Foce che, in un concerto per violino e pianoforte, hanno suonato musiche di Beethoven, Paganini e altri ancora. La serata musicale di LongLake prevedeva anche uno spettacolo tra musica e narrazione allo Studio Foce, con Luca Chieregato ed Ilaria Pastore in “Parole Musicali”.

DSC_1348

Gli amanti del cinema non si sono invece persi l’opportunità di assistere alla proiezione della web serie “Notte noir” della RSI al Cinema Iride. Nelle otto puntate della serie, che ha come sfondo i giorni del carnevale tanto caratteristici del nostro Cantone, si disegna un ritratto noir del Canton Ticino, qualche volta drammatico e qualche volta capace di offrire inaspettati squarci di poesia.

La giornata  festivaliera si è poi conclusa con l’after party allo Studio Foce, animato da DJ Melissa Hasser e con tanta musica punk rock, hard rock, punk 77, new wave e rock’n’roll!