Il mese di luglio si è chiuso con una stupenda giornata di sole, che ha finalmente permesso al pubblico del LongLake Festival di godere dei tanti eventi in programma senza la preoccupazione della pioggia.

Il Parco Ciani ha così accolto al meglio i concerti previsti in serata, con il gruppo islandese dei Samaris che ha rotto il ghiaccio salendo per primo sul palco. Formatosi nel 2011 a Reykjavik, nel giro di qualche mese la band si era fatta immediatamente notare vincendo l’Icelandic Músíktilraunir e il Kraumur Award. Vera e propria rivelazione, i Samaris hanno proposto al pubblico ticinese i brani del loro album di debutto “Silkidrangar”, un lavoro che si muove tra arrangiamenti classici intersecati con elettronica e pop.

È poi stata la volta dell’incredibile voce della britannica Rae Morris, un talento fuori dal comune che anche a Lugano si è distinta per un timbro assolutamente unico. Il pubblico si è lasciato contagiare dalla musica del suo album d’esordio “Do You Even Know?”, uscito nel mese di maggio e caratterizzato dal tema della solitudine e dal fatto che nessuno ci conosce meglio di noi stessi.

DSC_2741

Per i più piccoli, invece, lo Studio Foce ha ospitato “Tredicino”, fiaba narrata da Piera Gianotti ed Emanuel Rosenberg e tratta dalla raccolta “Fiabe engadinesi”. Gli amanti della musica classica si sono nel frattempo dati appuntamento alla Chiesa San Rocco per il concerto “La Belle Vielleuse” con Tobie Miller (ghironda barocca), Caroline Ritchie (viola da gamba) e Ralph Stelzenmüller (clavicembalo).

Il Festival continua nella giornata di venerdì 1 agosto con un ricco programma che vi riportiamo di seguito.

primoagosto

Want more? Seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Youtube!