La serata di giovedì a Lugano è stata caratterizzata dall’inizio di una nuova edizione di Estival Jazz che, con i concerti di Marco Pacassoni Quartet, Chucho Valdes e Los Lobos, ha inaugurato con un foltissimo pubblico una tre giorni di musica jazz in Piazza Riforma di altissima qualità e dallo spessore internazionale.

DSC_7688

Nel pomeriggio l’attenzione maggiore del LongLake Festival è invece andata al Tunnel pedonale di Besso, dove Arte Urbana Lugano ha festeggiato le numerose opere realizzate dal 2009 ad oggi con una mostra fotografica, accompagnata dal piacevole accompagnamento musicale dei Jesterwild And The Funk Invaders.

Nel primo pomeriggio erano invece stati i bambini ad aprire le danze della giornata festivaliera, grazie ad un nuovo laboratorio di Prisca Brown che ha permesso ai più piccoli di realizzare una casetta per gli uccellini.

DSC_7433

Mentre alla libreria Il Segnalibro si è svolta la lettura di Cristina Zamboni de “Immagine di essere in Guerra” di Janne Teller, alla Darsena del Parco Ciani un nuovo appuntamento della rassegna “La creazione del Mondo” ha suscitato nuovamente un grandissimo interesse.  Nell’occasione l’ospite era il Dr Stefano Alberti, fisico presso il Centre de Recherche en Physique des Plasmas, Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna.

DSC_7618

Il Classica Festival ha invece proposto le soavi note dell’artista Sun Huang, mentre all’Ex Macello è andato in scena “Una VerdeRossaStoria”, uno spettacolo che ha mescolato sorrisi, colori e musica, dando vita ad uno spettacolo all’insegna della clowneria da strada.