La settimana di LongLake che ci porterà all’attesissimo Buskers Festival (13-17 luglio) è iniziata sulle note dei maliani Songhoy Blues, che hanno conquistato il pubblico del Boschetto Ciani con quello che viene definito “blues del deserto”.

Dopo essere stati costretti a fuggire dal loro nativo nord del Mali, a seguito dell’invasione jihadista nel 2012, i giovani musicisti di Songhoy Blues si sono rifugiati nella capitale del paese, Bamako, e l’anno successivo hanno avuto il loro primo “boom” di popolarità. A scoprirli fu infatti Damon Albarn, leader dei Blur e dei Gorillaz, e da quel momento non si sono più fermati!

DSC_7595

Al Teatro Foce è invece andato in scena il secondo appuntamento di Classica con “l’irresistibile pazzo” Rushad Eggleston, che dopo una travolgente esibizione al Boschetto Ciani non ha mancato di ripetersi in un contesto più intimo come quello del FOCE!

Con il suo violoncello ed il suo vestito coloratissimo, il “goblin” statunitense ha dato nuovamente prova della sua grande abilità di unire la musica classica ad un irresistibile umorismo, dando vita ad uno show musicalmente di livello ma dall’alto tasso d’intrattenimento.

DSC_7584

Per i più piccoli l’appuntamento era invece per il primo spettacolo Family della settimana, dopo la “pausa” domenicale che ha visto i bimbi spostarsi al Cinema Iride.

Al Palazzo dei Congressi è andato in scena “Librandia, La città di carta”, una storia dalle atmosfere gotiche che ha visto gli attori della compagnia Malo Spectaculo alla ricerca di un prezioso manoscritto e del suo misterioso autore. L’avventura li ha condotti nella città di Librandia, un luogo magico fatto interamente di libri!

La giornata festivaliera era invece iniziata con il laboratorio “Atelier di architettura mobile”, a cura dello Studio It’s e che ha visto i bambini progettare lo spazio dei loro desideri all’interno del Parco Ciani, il tutto seguiti da due architetti.

DSC_7445

Wor(l)ds riservava invece uno speciale doppio appuntamento al suo pubblico, con Opera Guitta che è andato in scena alle 18:30 e alle 20:30 alla Darsena del Parco Ciani. Uno spettacolo in costume che ha unito un’appassionante storia a momenti di giocoleria ed altri di tipico stampo teatrale. Fra melodramma e clowneria, un omaggio appassionato e delirante alle grandi arie d’opera, da Donizetti a Mozart, da Rossini a Verdi

Il Festival continua! Di seguito il programma del LongLake Festival per la giornata di martedì. Seguici anche sui nostri profili FacebookTwitter e Instagram!

07_12