Concerti Blackstar | Lettere a David Bowie

LAC en plein air


Musica

Blackstar Suite è l’originale re-work che Giovanni Falzone ha creato ispirandosi al testamento musicale di David Bowie. 

Il geniale artista britannico ha saputo esorcizzare persino la sua morte, pubblicando qualche giorno prima di andarsene un album che oltre a essere un capolavoro è anche un lascito musicale, un gesto mediatico e spettacolare di un genio assoluto.

Giovanni Falzone con il suo jazz rock elettrico parte da questo testamento così eclettico per rileggere, comporre e decomporre un vero e proprio messaggio musicale, una lettera, universale come la morte, potente come la vita. Il risultato è una una miscela unica di funeral music, jazz/rock ed electric pop che, come una scarica elettrica, saprà far “resuscitare” e tornare di nuovo liberi gli spettatori, proprio come il Lazzaro di Bowie che ha “cicatrici invisibili e una storia che non può essere rubata”. 

«Qualcosa accadde il giorno in cui morì lo spirito si alzò di un metro e si fece da parte mentre qualcun altro prese il suo posto e si mise a gridare: Sono una stella nera».

Giovanni Falzone tromba, composizioni e arrangiamenti
Valerio Scrignoli chitarra elettrica
William Nicastro basso elettrico
Riccardo Tosi batteria

Ciclo di concerti di world music: Italia
A cura di: LAC Lugano Arte e Cultura
Curatore: Saul Beretta

Immagine: LAC en plein air © GiovanniFalzone_SempreVerdi_Musicamorfosi_ph_Giorgio Cottini