Classica Festival Flamentango


Musica

Esistono danze popolari che, entrate a far parte della musica colta, si dimenticano via via delle loro origini arrabalere, provenienti dai bassifondi dei quartieri di periferia, e sembrerebbe che perdano gradualmente anche una parte di quella carica emotiva e addirittura “erotica” che le aveva contraddistinte.

Così i ballerini che, nel secolo del valzer, facevano le giravolte in coppia chiusa (alla francese) provocando un coro di indignazioni (pare che in alcuni cantoni svizzeri il valzer fosse addirittura vietato), a partire dal ‘900, avendo il valzer ormai perso il sapore della trasgressione, si lanciano allora nei nuovi, impegnativi passi complicati del tango. (Ed è ancora una volta scandalo, peccato da riparare con tanto di penitenza!)…Bisogna però sapere che se internazionalmente il tango prima di tutto è un ballo, nei paesi d’origine, viene inteso come canción strumentale dove la musica predomina, si distingue per lo stile personale dei vari compositori e nelle prassi dei vari interpreti: e qui la figura di Astor Piazzolla spicca per la sua originalità quasi aggressiva.

L'Ensemble “Domingo Porteño” è una formazione insubrica, composta dai musicisti di origini diverse: musica classica, jazz piuttosto che pop e flamenco. La loro passione comune tuttavia è il tango, ogni tango è una storia, e l’impegno è quello far sentire il pubblico il vero protagonista di quella storia con tutta la sua forza e il suo coinvolgimento.

Per questo appuntamento la compagine si presenta rinnovata, arricchita con la voce di chitarra e, sfruttando proprio la sua qualità timbrica, in veste insolita di tango-fusion. Il programma spazia da grandi classici a brani più rari, in arrangiamenti rivisitati, con qualche declinazione al tango andaluso, gitano detto flamenco (un tributo a Paco de Lucia, che avrebbe compiuto 70 anni ) e oltre...varcando tutti i confini.

Musica di A. Piazzolla, C. Gardel, A. Villoldo, Paco de Lucia, H. Pascoal, J. D'Arienzo, R. Mederos

Ensemble “Domingo Porteño”
Irina Roukavitsina, violino
Flaviano Braga, bandoneon, fisarmonica
Roberto Talamona, chitarra
Andrea Bregonzio, contrabbasso