Classica Festival Grandeurs et Décadences

Cello Love


Musica

Il nome del recital, "Grandeurs et Décadences ...", fa riferimento al titolo francese dell'opera di Kurt Weill (1900-1950) Grandeur et Décadence della città di Mahagonny.

Kurt Weill infatti sotto i riflettori in questo concerto: venti delle sue melodie e alcuni dei suoi pezzi strumentali sono altrettanti specchi sulle diverse epoche, le influenze ed i luoghi che il compositore ha conosciuto.

Se Francis Poulenc (1899-1963) e Kurt Weill non si sono mai incontrati, la loro musica, di volta in volta sentimentale, drammatica o cinica, riflette i giochi d'amore, le questioni sociali e gli sconvolgimenti politici della prima metà del ventesimo secolo. Così lo stile capriccioso e delicato di Francis Poulenc, retaggio della tradizione melodica francese, contrasta con le arditezze, il cinismo, il lato terreno e popolare di Kurt Weill. Tuttavia, entrambi si completano a vicenda e si illuminano.

Questo recital offre cosi’ anche un grande viaggio musicale, dalla stravagante Parigi disillusa dai ruggenti anni Venti ai Musical americani degli anni '40, passando per i precari sobborghi di Berlino tra le due guerre. Sotto forma di un monologo accattivante, gli stati d’animo di una donna raccontano i suoi amori, i suoi sogni e la sua rabbia. A capriccio della musica, si creano si esauriscono piccoli momenti di vita, come tante finestre su un mondo passato.

Programma

K. Weill
Ouverture (violoncelle, piano)
Dreigroschenoper

K. Weill Barbara’s song
Dreigroschenoper

K. Weill
Berlin im Licht

K. Weill
Je ne t’aime pas

K. Weill
Abschiedsbrief

F. Poulenc
Les chemins de l’amour (violoncelle, piano)

K. Weill
Schickelgruber

K. Weill
Und was bekam des Soldaten Weib

K. Weill
Youkali

***

F. Poulenc
Hôtel

K. Weill
Nana’s Lied

K. Weill
Bilbao song

K- Weill
Mackie Messer
Dreigroschenoper

F. Poulenc
Staccato 
Extraits de Villageoises

F. Poulenc
Voyage à Paris

K. Weill
La complainte de la Seine

F. Poulenc
Sanglots

K. Weill
September Song
Knickerbocker

F. Poulenc
Sérénade

K. Weill
Alabama Song
Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny

K. Weill
Buddy on the nightshift

Laurence Guillod: soprano
Etienne Frenk: violoncello
Birgit Frenk-Spillaiert: pianoforte