Estival Jazz Hudson


Musica

Mescolando musica originale con emozionanti cover di canzoni di fama mondiale, da Bob Dylan a Joni Mitchell, Jimi Hendrix e The Band di Robbie Robertson, ecco un gruppo spettacolare e mozzafiato come la stessa valle dell'Hudson, da cui prende il nome la band per presentare un progetto di alto profilo musicale, affascinante e sofisticato

È un nuovo collettivo che riunisce quattro dei più influenti musicisti Jazz “per aggiungere un nuovo capitolo al matrimonio tra Jazz e Rock iniziato con Miles Davis negli anni '70”. Il batterista Jack DeJohnette, il chitarrista John Scofield, il tastierista/organista John Medeski e il bassista Scott Coley sono tutte grandi superstar che vantano carriere straordinarie, sia nella loro diversità sia nella loro personale portata, riuscendo a raggiungere il grande pubblico con una vasta gamma di generi e stili.

Proprio come con il programma proposto da "Hudson", titolo scelto anche per il loro album d'esordio che, oltre a brani originali, presenta sorprendenti arrangiamenti di melodie classiche. Dal Blues-Reggae di "Lay Lady Lay" di Dylan all'atmosfera meditativa di "Woodstock" della Mitchell, allo swing di New Orleans di "Up On Cripple Creek" di The Band. Pastorale, splendido, emozionante, storico, intimo, sereno e stimolante: sono tutti i fattori descrittivi che trasformano gli Hudson nella destinazione ideale di un ascolto fantastico, visionario e coinvolgente.

Jack DeJohnette
Annoverato fra i migliori batteristi di ogni tempo, DeJohnette è considerato fra i più inventivi percussionisti viventi. Anche se pochi sanno che, prima di diventare un batterista, Jack suonava il pianoforte, strumento che ha iniziato a studiare all'età di 4 anni… La prima significativa esperienza è stata quella di suonare con John Coltrane a metà degli anni '60 ma la scalata verso le grandi vette contempla le collaborazioni con il Quartetto di Charles Loyd ma, soprattutto, la band di Miles Davis: quella che ha inciso "Bitches Brew", per intenderci. Fra gli altri artisti che hanno segnato la carriera di Jack è necessario ricordare Jan Garbarek, Kennz Wheeler e Pat Metheny e l'eccezionale sodalizio con Keith Jarrett e Gary Peacock per i leggendari "Standards". Nel corso della sua carriera De Johnette ha conquistato due Grammy Awards (2008, 2016).

John Scofield
È uno dei "big three" chitarristi del secolo (fine 20esimo e inizio 21esimo) con Pat Metheny e Bill Frisell. La sua influenza musicale e la sua caratteristica esecutiva derivano dal tratto distintivo legato a un sound originale, distorto al punto giusto e orientato al Rock. Scofield è un maestro dell'improvvisazione, uno stile che ha perfezionato con pagine memorabili del post-Bop, della Fusion e del Soul-Jazz. John si è formato alla Berklee e suonando nell'area di Boston. Ha inciso con Jerry Mulligan, Chet Baker, Charlie Mingus, fra gli altri, ed è stato membro della Billy Cobham-George Duke Band. Ha suonato con Gary Burton e Dave Liebman e dall'82 all'85 ha girato il mondo e registrato con Miles Davis. Fra gli artisti con cui ha collaborato non bisogna dimenticare Charlie Haden, Jack DeJonette, Joe Lovano e Eddie Harris e anche il nostro Franco Ambrosetti… ma citarli tutti porterebbe un elenco interminabile di grandi nomi. Scofield ha al suo attivo ben tre Grammy Awards (uno nel 2015, due nel 2016), tutti dedicati alla sua eccellenza chitarristica.

John Medeski
Nato nel 1965 nel Kentucky, Medeski si è presto trasferito in California dove ha iniziato prestissimo, a 5 anni, a studiare pianoforte classico, in particollare su pagine di Bach, Beethoven e Debussy. A metà degli anni '70 passa al professionismo al seguito di compagnie di danza e teatro. Scopre il Jazz all'età di 13 anni ascoltando Bud Powell, Cecil Taylor, Oscar Peterson. Nel 1982 si trasferisce a Boston dove studia al Conservatorio con George Russel, Dave Holland e Joe Maneri. Grazie all'incontro con Bob Moses, John inizia suonare e si perfeziona all'organo Hammond. Collabora con Anthony Davis e Sam Rivers. Con Chris Wood e Billy Martin ha formato un trio d'eccellenza con cui ha inciso album di grande successo e con il quale è stato applaudito ospite sul palco di Estival nel 2007.

Scott Colley
Nato a Los Angeles, Scott ha iniziato a suonare il contrabbasso all'età di 11 anni mettendosi subito in evidenza. Ha collaborato con Herbie Hancock, Jim Hall, Andrew Hill, John Scofield, Renée Rosnes, Brian Blade, Ben Perowski, Tim Ries, Rick Margitza e e molti altri ancora firmando importanti produzioni. Da tempo è uno dei più apprezzati e richiesti contrabbassisti in attività.

Jack DeJohnette, dr, John Scofield, g, John Medeski, keys, Scott Colley, b