Un’edizione “bollente” quella che si è appena conclusa per il LongLake Festival, sia dal punto di vista climatico che di intensità di eventi. Un’edizione che verrà ricordata per i tanti festival e manifestazioni che per un mese intero hanno animato Lugano, portando nel centro cittadino oltre 300mila persone che hanno assistito agli oltre 300 eventi in programma. Il risultato è stato ottenuto grazie alla collaborazione con tanti partner e alle strategie adottate dal Festival. Anche la meteo favorevole ha sicuramente aiutato a raggiungere questi numeri, rappresentati dalla somma dei diversi eventi e Festival: da Rock’n’More al Family Festival, da Wor(l)ds alla Classica, da Urban Art Festival al Buskers, da Estival Jazz agli Swiss Harley Days, dal City Beats al Villaggetto di Piazza Manzoni, dal Mojito al Beach Bar (Container), dai mercatini alle animazioni delle piazze. Il bilancio finale è pertanto molto positivo sia in termini di pubblico che di indotto economico.

LongLake ha creato nel centro cittadino uno dei più intensi open air urbani, confermando Lugano come polo attrattivo internazionale. Nei 30 giorni di Festival, Lugano ha infatti ospitato un cartellone di qualità accogliendo nomi della scena internazionale e proposte artistiche del territorio. A questo si è aggiunta una varietà di offerta tale da soddisfare tutti i gusti e tutte le età: dalla musica live al teatro e cabaret, dalla magia degli artisti di strada agli incontri, dalle proposte pensate per le famiglie all’arte urbana, fino ai laboratori per bambini.

La musica live del Rock’n’More Festival, che dal 25 al 28 giugno ha ospitato sul palco di Piazza Manzoni artisti di caratura internazionale, ha richiamato oltre 10mila persone nelle 4 serate (molti i fan accorsi dalla Svizzera interna e dalla vicina Italia per i concerti di José González e Matthew E. White).

Significativa è stata la rinnovata collaborazione che il Festival ha instaurato con alcuni esercenti della città, attraverso il progetto del “Villaggetto”, esempio cardine dell’efficacia della formula di collaborazione tra pubblico e privato. Gli 8 locali aderenti hanno contribuito ad animare Piazza Manzoni durante il mese di giugno creando un’atmosfera di festa in città che ha richiamato un continuo flusso di cittadini e turisti. Si stima che oltre 40mila persone abbiano sostato al Villaggetto grazie anche alle numerose animazioni proposte, come l’apprezzato Elettrolake, festival di musica elettronica che, tra gli altri, ha ospitato il grande Ben Frost.

Un’edizione da record anche quella del Buskers Festival che in 5 giorni ha richiamato in città oltre 50mila persone che hanno assistito alle performance degli oltre 50 artisti presenti. Un bilancio sopra le aspettative, considerando che, se l’evento si fosse concentrato unicamente in Piazza Riforma, questa sarebbe riuscita ad ospitare solo un quarto del pubblico presente nelle 16 differenti postazioni/palchi presenti in città.

Altro appuntamento di successo, la 37esima edizione di Estival Jazz, che si è chiusa a Lugano con uno straordinario successo di pubblico facendo registrare un’affluenza di circa 70mila persone durante le tre serate di Lugano.
70mila gli appassionati e i curiosi giunti in città per gli Swiss Harley Days, l’evento che celebra le due ruote. Un successo ormai assodato che tornerà ad animare le sponde del Ceresio nel 2017.

Successo confermato anche per la 2a edizione di City Beats Festival, evento organizzato grazie alla collaborazione tra Enjoy e Dicastero Turismo ed Eventi della Città di Lugano. Nell’incantevole scenario di Piazza della Riforma e Piazza Manzoni a Lugano, nell’arco dei tre giorni hanno partecipato 10mila spettatori. Ad aprire il Festival il concerto di Fedez, che ha entusiasmato i 4.000 fans accorsi! Grande performance anche quella dei Negrita, preceduti dagli Africa Unite, in una serata dove la pioggia – la prima in un mese asciutto – non ha fermato l’afflusso degli appassionati. Dj Antoine ha chiuso con una piazza gremita (4.000 persone) e festante.
Ad attirare sul lungolago tanti cittadini e turisti anche i bar Mojito e Container che ogni anno si confermano tra i locali più trendy e gettonati dell’estate luganese.

Successo assodato anche per le proposte del Family Festival pensate per i più piccini che ogni sera si sono dati appuntamento fisso al “Villaggio per le famiglie” creato all’Ex Macello di Lugano per assistere alle narrazioni, agli spettacoli e ai laboratori proposti. Altrettanto seguiti gli incontri del Wor(l)ds Festival, che hanno accolto molte personalità del mondo dell’economia, della cultura e dell’arte in genere.

Soddisfazione di tutto lo staff organizzativo e di Claudio Chiapparino, direttore del Festival LongLake e del Dicastero Turismo ed Eventi di Lugano: «Grazie all’impegno di oltre duecento giovani e di decine di partner, il Festival ha potuto continuare a crescere nonostante i risparmi a cui è stato sottoposto. Nel complesso animazioni ed eventi non sono diminuiti, garantendo alla città quella tanto attesa vivacità estiva, motore dell’attrattività turistica e ricreativa».

Ecco i numeri di questa quinta edizione:
• 31 giorni di Festival
• oltre 300 eventi offerti (inclusi quelli
proposti dal LongLake plus)
• oltre 700 artisti da tutto il mondo
• una media di 8 proposte giornaliere
• oltre 200 giovani lavoratori coinvolti
• riduzione del 40% della spesa sostenuta dalla Città per il Festival rispetto al 2014
• oltre 750’000 persone raggiunte attraverso il web durante il Festival

Dal profilo finanziario l’impegno del Dicastero per la realizzazione del LongLake Festival e delle altre animazioni estive (da giugno ad agosto) è di ca. 300’000.- frs. di uscite e di 140’000.- frs. di entrate. Il LongLake Festival beneficia inoltre del sostegno di Sotell, associazione no profit, che investe quasi ca. 300’000.- frs. ricavati dalle diverse buvette estive (incluso il Mojito, buvette ufficiale del Festival), dai pedalò e dalla vendita di gadget.

Il Dicastero Turismo ed Eventi, organizzatore della manifestazione, con il patrocinio di Expo 2015, ringrazia gli altri promotori Sotell, Lugano NetWork, Mojito.

Ringraziamo per l’importante sostegno, il main partner del Festival, upc cablecom. Si ricorda inoltre il partner AIL per il suo sostegno alla manifestazione e Coop, partner ufficiale del Family Festival. Infine si ringraziano i media partner RSI Rete Tre e agendalugano.ch e il partner tecnico Emme.