È ricominciata all’insegna della musica la settimana di LongLake, con l’artista newyorkese Adam Green che è salito sul palco del Boschetto Ciani per offrire al numeroso pubblico accorso i suoi brani migliori, dimostrando ancora una volta il perché – dopo aver prodotto il suo primo album a soli 17 anni – veniva definito un “ragazzo prodigio”.

Adam Green oggi ha all’attivo 8 album incisi in 10 anni ed è riconosciuto in tutto il mondo come uno dei cantautori più talentuosi e proficui in circolazione!

DSC_5833

La giornata festivaliera era invece iniziata all’insegna del Family, con il laboratorio “Dai segni ai sogni” che aveva permesso ai più piccoli di scatenare la loro fantasia inventando delle personalissime storie animate. L’appuntamento è stato animato dalla Piccola Compagna dell’Airone, ed è iniziato con la narrazione di alcune fiabe di Gianni Rodari, per poi continuare con attività di disegno.

Alle 18:30 è invece svolto un’interessante incontro alla Darsena, dove sono state mostrate le visioni degli studenti del Master IMIAD della Supsi per una riqualifica della Darsena stessa e del Park’n’Read. Gli studenti hanno infatti progettato un nuovo design per i due spazi, e ne hanno illustrato le accattivanti caratteristiche.

DSC_5729

Gli amati della musica classica si sono invece dati appuntamento al Teatro Foce per “Le Banquet du Roy – La Festa del Paradiso”. In concerto l’Ensemble Le Banquet du Roy, che ha dato vita al concerto dedicato a Leonardo da Vinci e i fasti d’Italia.

Per i bimbi e le loro famiglie l’appuntamento era invece come sempre al Palazzo dei Congressi per un nuovo spettacolo di Family. Nell’occasione sul palco la Piccola Compagnia dell’Airone, con “Tre bambini, due streghe e un lupo cattivo”, un favoloso percorso di parole e musica intorno al mondo della fiaba.

DSC_5790

Il Festival continua! Di seguito il programma del LongLake Festival per la giornata di mercoledì. Seguici anche sui nostri profili FacebookTwitter e Instagram!

07_05