ROAM Apparat + Lea Porcelain + Under Changeover


Musica

Il lavoro di Apparat, aka Sascha Ring, ha sempre avuto un denominatore comune: un’eleganza che abbraccia il suono e regala ricche sfumature e una bellezza quasi universale. 

Come membro dei Moderat, il cui ultimo album “III” è stato pubblicato su Monkeytown (Mute in Nord America) nel 2016, lavorando al fianco di Ellen Allien (Orchestra of Bubbles), Apparat ha sempre cercato di trascendere il dance floor e la sala da concerto al medesimo modo, focalizzandosi sui dettagli per esaltare nel complesso con melodie capaci di riecheggiare nella memoria. Apparat si è recentemente concentrato sul cinema, su progetti televisivi e sulle produzioni teatrali. Nel 2014 firma la colonna sonora del film “Il giovane favoloso”, basato sulla vita di Giacomo Leopardi e nel 2018 quella del film “Capri-Revolution”, che gli vale il titolo come migliore colonna sonora al Festival del Cinema di Venezia. Il suo pezzo più celebre, “Goodbye”, venne utilizzato nelle serie televisive Breaking Bad, Dark, Maltese - Il Romanzo del Commissario e nello stesso film “Il giovane favoloso”. Senza dimenticate “Manufactory”, frutto della collaborazione con Transforma e con gli artisti visivi ad essa associati, eseguita di recente al Barbican di Londra riscuotendo un grande successo.

L'anno scorso i Lea Porcelain hanno presentato il loro album di debutto e hanno suonato in tutto il mondo, dalla Germania a Londra, da Parigi al Benelux, supportando artisti del calibro di Alt-J nel loro tour europeo. Hanno avuto modo di suonare al Festival di Reading e Leeds sul BBC Stage e in altri importanti festival in tutta Europa. Il potere e la grandezza della loro musica, la magia e il surrealismo della loro malinconia, si bilanciano sempre tra il caos e struttura. L’Europa da tempo attendeva una musica così fresca ed eccitante come quella dei Lea Porcelain.

Apre la serata Under Changeover, progetto del musicista ticinese Adriano Iiriti, pianista di formazione che si è immerso nel mondo elettronico dando vita al suo primo album autoprodotto, “Moving”. La sua musica è una combinazione di suoni caldi e armoniosi in contrasto con melodie ipnotiche e ritmi introspettivi, riconducibile per ispirazione ad artisti come Nils Frahm, Jon Hopkins e Terry Riley.

Giunto alla sua terza edizione ROAM è un festival di musica internazionale dall’animo alternativo che prende vita dal desiderio di perlustrare ogni angolo della scena musicale contemporanea. La sua line-up presenta artisti innovativi nel meraviglioso scenario del Parco Ciani, in un gioco tra musica e natura.

facebook.com/roamfestival
instagram.com/roam_festival